La musica ci aiuta...

-a sviluppare le nostre capacità di ascolto

-ad ascoltare noi stessi e gli altri

-ad esprimere idee ed emozioni

-a sviluppare l'immaginazione e la creatività

-a potenziare le nostre capacità comunicative

-ad accrescere la capacità di attenzione e concentrazione

-ad esercitare la memoria...

MUSICA classe 2

 

MUSICA 3° anno

EMOZIONI IN MUSICA

Immagine correlata

GIOIA: Isn’t She Lovely – Stevie Wonder.Lyrics FeastEnglish   Lyrics FeastItaliano
Se la tristezza è inevitabilmente legata alla perdita, alla morte, la gioia è legata alla vita, alla nascita, alla rinascita.
Nel periodo in cui nasce la sua primogenita Aisha (per cui la canzone è scritta) Stevie Wonder firma uno dei dischi più belli della musica pop, pieno di una inesauribile creatività e  vitalità. Guarda caso, l’album si intitola “Songs In The Key Of Life”. La canzone in questione, benché abusata, esplode ancora  come un potente inno alla vita.

PAURASecondo movimento (molto vivace) della Sinfonia numero 9 in re minore – Ludwig van Beethoven.
Più che raccontare in specifico la paura, la musica è un tramite efficacissimo per sottolineare o predisporre all’ansia,  alla tensione, al delirio.  Per, questo parlando di paura, il pensiero va subito alle colonne sonore: dagli archi stridenti di Psycho ai sintetizzatori baroccheggianti di Profondo rosso.
Il lato oscuro ed esaltato della natura umana e la paura che consegue al suo scatenarsi è  raccolto perfettamente nell’incipit del secondo movimento della Nona di Beethoven:  un brano incalzante di follia controllata, non a caso usato da Kubrick in Arancia Meccanica.

DISGUSTOMa che bontà – Mina.
Un’emozione così specifica è difficile da trovare in una canzone. Se non la conoscete, ascoltatevi Ma che bontà di Mina. Le basta una parola, l’ultima della canzone, per rivelare, con impagabile ironia, profondo disgusto.

RABBIAI Fought The Law – The Clash.
La rabbia, sintomo di disagio sociale o personale, è decisamente una delle emozioni dominanti nel rock. Da sempre. Il punk poi è per eccellenza il genere musicale della rabbia e dell’insofferenza, dell’anarchia e della protesta contro ogni forma di controllo e di potere.

TRISTEZZAEv’ry Time We Say Goodbye – Simply Red (testi e musiche di Cole Porter del 1944) 
La tristezza è, in musica, l’emozione forse più minuziosamente sondata e descritta in tutti le sue sfumature: dal languore dell’infelicità amorosa alla malinconia per la perdita o l’abbandono. La canzone parla della tristezza che procura il congedo da chi si ama (“every time we say goodbye I die a little”). Nel punto in cui recita “How strange the change from major to minor every time we say goodbye” (che strano il cambio da “maggiore” a “minore” ogni volta che ci congediamo”), esattamente in corrispondenza delle parole “change from major to minor”, c’è un cambio melodico da un accordo in maggiore a uno in minore. Dalla felicità alla tristezza. Una lezione di musicologia e semantica che arriva dritta al cuore.

 


L'ALFABETO DEI SENTIMENTI


Prendi un'emozione

 Il più grande motore

Lo scriverò nel vento

Le piccole cose belle

Il bullo citrullo

 
Il segreto del sorriso

Per un amico

Un sogno nel cielo

 Ciao amico

Quello che
mi aspetto da te

IL BALLO DEGLI STRUMENTI

STRUMENTI MUSICALI E LORO CLASSIFICAZIONE

 

ORCHESTRA HARMONIE - TRAILER

(ascolto e osservazione dei musicisti dell'orchestra e dei loro strumenti)

 

THE VEGETABLE ORCHESTRA

 

FANTASIA (Walt Disney1940): la "colonna" sonora

 

FANTASIA 2000 (L. V. Beethoven "Symphony No.5" - 2 min. 43 sec.)

MUSICA PER AUTORI

ANTONIO VIVALDI

 (compositore e violinista italiano)

LE QUATTRO STAGIONI

Risultati immagini per estate

Risultati immagini per autunno

Risultati immagini per inverno

 

PROKOFIEV SERGEJ

(COMPOSITORE E PIANISTA RUSSO)

 1 parte  2 parte  3 parte  4parte

Pierino e il Lupo - animazione Disney

Software da scaricarePdf attività

 

GRIEG EDVARD

(compositore e pianista norvegese)

IN THE HALL OF THE MOUNTAIN KING

 

ANIMALANDIA  

 

 

NEL MONDO DELLE STORIE

CANTAFIABE

FAVOLA SEMPLICE

LA NOTTE DELLE FAVOLE

 

O BABALUBA

 

SALTERELLO

 

CANZONI DI STORIA

BIG BANG

DINOSAURI

GLI UOMINI PRIMITIVI

 

Teoria della musica

 

    1. La musica è un linguaggio

    2. La provenienza e la produzione dei suoni musicali

    3. Le qualità del suono  -  L'altezza

    4. Le qualità del suono  -  La durata

    5. Le qualità del suono  -  L'intensità

    6. Le qualità del suono  -  Il timbro

    7. La riproduzione grafica dei suoni

TESTI DELLE CANZONI

PRENDI UN’EMOZIONE

Certe volte il viso cambia colore
ed il cuore prende velocità, 
Nella pancia c'è qualcosa di strano,
non è fame, ma chissà che sarà. 
Cose che ti fanno rabbrividire
o ti mettono una fifa blu, 
un saluto che ti fa balbettare,
risatine che non smettono più. 
Se succede che non riesci a stare fermo,
aspettando qualche novità. 
Se la bocca più non smette di parlare,
quando scoppi per la felicità. 

RIT. Prendi un'emozione, chiamala per nome, 
trova il suo colore e che suono fa. 
Prendila per mano, seguila pian piano 
Senti come nasce, guarda dove va. 
Prendi un'emozione e non mandarla via. 
Se ci vuoi giocare, fai cambio con la mia. 
Puoi spiegarla a chi non la sa 
e tutta la tua vita vedrai… 
un'emozione sarà!
 
Le emozioni sono l'arcobaleno
che colora il cielo dentro di noi, 
Sono nuvole, sono il sereno,
sono il sale, il pepe di ciò che fai. 
C'è la rabbia che non riesci a capire 
e non sai se poi ti passerà 
ma davvero basta solo parlare 
e la soluzione si troverà. 
Se le cose nuove fanno un po' paura,
tira fuori la curiosità. 
Ogni giorno è davvero un'avventura, 
il domani ti sorprenderà! 
 
RIT.
 
Qualche volta (Qualche volta) 
Non capisci (Non capisci) 
L'emozione che c'è dentro di te (Dentro di te)
Forse è solo (Forse è solo) 
Perché cresci 
e con occhi sempre nuovi il mondo scoprirai! 

RIT.

 
Ã
torna su all'elenco dei titoli

IL PIÙ GRANDE MOTORE

 Sono nata oggi
e cosa c’era ieri non lo so.
Sono nata oggi
e non so dire ancora che farò.

Se sarò una stella gigante
o un puntino nel cielo
ma so di sicuro che senza AMORE
non vivrò.

Perché l’AMORE è il più grande motore
per imparare a vivere insieme
per cancellare il male col bene
e dagli atlanti ogni confine.

Perché l’AMORE è il solo motore
di quell’aereo che è chiuso nel cuore
e che ha bisogno di un grande aviatore
per atterrare senza dolore.

Sono nata oggi
ma se guardo intorno vedo che
non è più rotondo
questo nostro mondo ma perché?

L’han diviso come una torta
e non gliene importa…
Non sanno ancora che senza AMORE
non vivrà.

Perché l’AMORE è il più grande motore
che tiene il tempo del nostro cuore
e fa girare e sembrare infinita
come una giostra la nostra vita.

Perché l’AMORE è il solo motore
per superare le nostre paure
per far aprire le serrature
a tutti quelli che han chiuso il cuore.

Perché l’AMORE è il più grande motore
per imparare a vivere insieme
per cancellare il male col bene
e dagli atlanti ogni confine.

Per cancellare il male col bene
e dagli atlanti ogni confine…

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

LO SCRIVERÓ NEL VENTO

Lo scriverò nel vento
col rosa del tramonto
di questa mia città
che voglio bene al mondo
e a tutto il mondo il vento
so che lo porterà
lo soffierà sul mare
per farlo navigare
fin dove arriverà
lo leggerà la gente
di un altro continente
e mi risponderà…

Saremo tutti amici
saremo mille voci
un coro che cantando cancellerà
le lingue e le distanze non conteranno niente
e questo mondo che mondo sarà
così sarà….

Vento soffia più piano
così l’amore si fermerà
forte soffia sul pianto
ed un sorriso rinascerà…

Lo leggerò nel vento
nel rosa del tramonto
di questa mia città
l’amore che dal mondo
mi sta portando il vento
soffiando fino a qua,
volando sopra il mare,
fino a toccarmi il cuore
ma non si fermerà
negli occhi della gente
di un altro continente
come risplenderà…

Saremo tutti amici
saremo mille voci
un coro che cantando cancellerà
le lingue e le distanze non conteranno niente
e questo mondo che mondo sarà
così sarà….
Vento soffia più piano
così l’amore si fermerà
forte soffia sul pianto
ed un sorriso rinascerà…

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

LE PICCOLE COSE BELLE

Ho inventato un gioco nuovo
così non mi annoierò
prenderò un foglio bianco
e con la penna scriverò.
Tutto quello che mi piace,
quello che vorrei di più
quello che mi fa felice,
prova a scriverlo anche tu...

Anche tu.

Un risveglio con la neve
forse a scuola non si va
tutto è bianco, che silenzio,
non c'è traffico in città.
Una lotta coi cuscini,
una chioccia coi pulcini,
una macchina si ferma
e finalmente passerò.

Sono le piccole cose belle
che fanno bella la nostra vita.
Quando accadono all'improvviso
un sorriso spunterà
Sono le piccole cose belle
che regalano felicità
e ti cambiano la giornata
se le vivi con semplicità.

Un bel voto sul quaderno,
il sorriso di papà,
la puntata di un cartone
persa qualche mese fa.
C'è l'invito di un amico,
il mio piatto preferito
oggi è giorno di vacanza,
dormiremo ancora un po'.

Ancora un po'.

Un gattino quando gioca,
una torta di bigné
un bicchiere di aranciata
e la sete più non c'è.
Un regalo inaspettato,
un bel fiore profumato,
e le favole di un libro
che mi hai sempre letto tu.

Sono le piccole cose belle
che fanno bella la nostra vita.
Quando accadono all'improvviso
un sorriso spunterà
Sono le piccole cose belle
che regalano felicità
e ti cambiano la giornata
se le vivi con semplicità.

Se la notte non ha le stelle,
che paura l'oscurità,
leggi il foglio delle cose belle
ed il sole tornerà!

Sono le piccole cose belle
che fanno bella la nostra vita.
Quando accadono all'improvviso
un sorriso spunterà.
Sono le piccole cose belle
che regalano felicità
e ti cambiano la giornata
se le vivi con semplicità.
Se le vivi con semplicità!

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

IL BULLO CITRULLO

Tutti a scuola han paura di un bullo
cammina tra noi come fosse un rullo,
quando va in giro il bullo, io scappo
lui mi rincorre e mi dice: “Ora ti acchiappo!”
Tutti lo temono se si avvicina
a tanta arroganza qualcuno si inchina,
lui prende in giro il resto del mondo
e dà del cicciopalla a chi è grasso e un po’ tondo!

Del bullo han paura sia belli che brutti,
grandi e piccini… insomma un po’ tutti,
ma io questa volta li ho messi a cantare
la rima che il bullo ha dovuto ascoltare…

Si crede perfetto ma il bullo è citrullo,
se fosse a Firenze sarebbe anche grullo;
vivrebbe anche lui in un mondo più bello
se usasse col cuore anche il cervello!
Si crede perfetto ma il bullo è citrullo,
un pollo convinto di essere un gallo,
sconfiggere il bullo anche tu ora puoi
unisciti al coro e canta con noi!

Ora ogni giorno è più sorridente,
tutto è più allegro e più divertente.
Il bullo ci ha visti uniti e sicuri
e adesso va strisciando contro tutti i muri.

Se la lezione l’abbiamo capita
è un grande tesoro per tutta la vita,
il bullo è tornato e mi ha detto: “Se vuoi,
potrei unirmi anch’io a cantare con voi?”
A cantare con noi?

Si crede perfetto ma il bullo è citrullo,
se fosse a Firenze sarebbe anche grullo;
vivrebbe anche lui in un mondo più bello
se usasse col cuore anche il cervello!
Si crede perfetto ma il bullo è citrullo,
un pollo convinto di essere un gallo,
sconfiggere il bullo anche tu ora puoi
unisciti al coro e canta con noi! (2 volte)

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

IL SEGRETO DEL SORRISO

Ho una grande amica che
mi ha insegnato il suo segreto
come si colora il mondo col sorriso.

E' più facile lo sai
diventare un gran pittore
se si ascolta quello che ti dice il cuore.

E ogni cosa vedrai
sarà bella più che mai,
se la vesti coi colori di un sorriso

Per questo
sorridiamo tutti e d'arancio
risplende il sole,
sorridiamo tutti insieme e più azzurro
diventa il mare.
Questo semplice segreto forse è solo amore. Si è così.

Ho una grande amica che
non ha più nessun segreto
perché tutti hanno imparato il suo sorriso.

Era facile però

bisognava incominciare
a sentire quello che diceva il cuore.

E ogni cosa vedrai
ora è bella più che mai
se la vesti coi colori di un sorriso.
Share a smile with all your brothers and you'll climb
the highest mountain
keep on smiling and toghether we'll swim through
the deepest ocean
it's the secret to build up a rainbow-colored world.
Per questo
sorridiamo tutti e più giallo
diventa il grano,
sorridiamo tutti insieme e ritorna
l'arcobaleno.
Questo semplice segreto si chiamava amore?

Si è così.
Questo semplice segreto si chiamava amore?
Si è così.
Questo semplice segreto si chiamava amore!

Per questo
sorridiamo tutti e d'arancio
risplende il sole,
sorridiamo tutti insieme e ritorna
l'arcobaleno.
Un sorriso ha mille colori! Yeah!

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

PER UN AMICO

Un vero amico chi è?
E' quello che non lascia mai.
Un vero amico ha qualcosa che poi
gli manca se tu te ne vai.

Un vero amico si sa
aiuta e non chiede perché
ma se per caso si mette nei guai
tu lascia tutto e corri da lui.

Per un amico

metti su il sorriso più grande che hai (più grande che hai)
prova a fare sempre tutto quello che puoi (quello che puoi)
un amico vero non lo scorderai mai
se pensi che sia giusto non fare caso a tutto il resto.

Un amico è il bene più prezioso che hai (il bene che hai)

ogni cosa è meno bella senza lui (senza lui)
un amico vero non ti lascerà mai
non fare caso al resto

per un amico questo ed altro.

Con un amico però
a volte si litiga, sai
ma una parola, una stretta di mano
non può partire sempre da lui.

Per un amico

metti su il sorriso più grande che hai (più grande che hai)
Tiri sempre il cuore in ballo, fra di voi (fra di voi)
Un amico vero non lo perderai mai
Tu lascia stare il resto
Per un amico questo ed altro.

E' un' avventura che se vuoi,
può non finire mai.
Quando incontri un altro bambino
hai un amico vicino e così…

Per quell’amico

metti su il sorriso più grande che hai (più grande che hai)
prova a fare sempre tutto quello che puoi (quello che puoi)
è un amico vero e non lo scorderai mai
se pensi che sia giusto non fare caso a tutto il resto.

Na na na
Un amico vero non lo perderai mai!
Tu lascia stare il resto
perché un amico è tutto questo.
Na na na na na
perché un amico è tutto questo.

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

UN SOGNO NEL CIELO

Ci sono tante stelle in cielo

ed io le sto guardando.

Per ogni stella un desiderio

più forte accenderò.

 Si cresce e si diventa grandi

seguendo sempre un sogno.

Ad occhi chiusi, ad occhi aperti,

anch'io ci crederò.

 Sognerò... - Un volo di aquilone

Sognerò... - da regalare a te

Sognerò... - e bolle di sapone

                    su dalle lacrime...

RIT.

Io sognerò un mondo che

non ha perduto le sue favole.

Io sognerò di vivere

guardando un cielo senza nuvole .

Io canterò insieme a te

sapendo che l'arcobaleno c'è .

Entra nel sogno, dammi la tua mano ...

Dove sei?

Dove sei?

 

Ci sono tante stelle in cielo

ed io le sto guardando.

Per ogni stella un desiderio

più forte accenderò.

 Si cresce e si diventa grandi

seguendo sempre un sogno.

Ad occhi chiusi, ad occhi aperti,

anch'io ci crederò.

 Sognerò... - Il sole che sorride

Sognerò... - mentre si posa giù

Sognerò... - e tanti fiori che nascono

                    scegli un colore tu...

RIT.

Io sognerò un mondo che

non ha perduto le sue favole.

Io sognerò di vivere

guardando un mare più incantevole.

Io canterò insieme a te

sapendo che l'arcobaleno c'è .

Nei tuoi sogni, dammi la tua mano...

Dove sei?

Dove sei?

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

CIAO AMICO

rit.:Ciao amico, ciao Ciao ciao!

Ciao amico, ciao ciao cIao

Se lo dici con il cuore

Vuole dire affetto e amore

DImmI ciao.

Ciao amico, ciao ciao ciao

Ciao amico, ciao ciao cIao

Se lO dicI con speranza

Vuole dire fratellanza

Dimmi ciao!

 

Dico ciao al bimbo indiano,

AL cinese e aLl'australIano,

AL negretto e alL’inglese,

AL tedesco e alL’olandese.

Allo svizzero e al francese,

A chi vive In Lussemburgo,

In America e nel Belgio

Mando a tutti il mio messaggio:

"Non ti scordar ti aspetto

Come il fiore sboccia a maggio...

Non ti scordar ti aspetto".

 RIT.:Ciao amico, ciao Ciao ciao!

Ciao amico, ciao ciao cIao

Se lo dici con il cuore

Vuole dire affetto e amore

DImmI ciao.

Ciao amico, ciao ciao ciao

Ciao amico, ciao ciao cIao

Se lO dicI con speranza

Vuole dire fratellanza

Dimmi ciao!

Ciao amico, ciao ciao ciao

Ciao amico, ciao ciao cIao

Se lO dicI con speranza

Vuole dire fratellanza

Dimmi ciao!

Se lo dici con speranza

Vuole dire fratellanza

Dimmi ciao... I

Ciao Ciao!!!

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

QUELLO CHE MI ASPETTO DA TE  

Sei già sveglio e stai facendo colazione

guardi fuori, mamma mia che tempo fa!

Ti aspettavi un po’ di sole, invece piove

e perciò di uscire non ti va!

Tu sorridi, sorridi ed il sole certo brillerà!

La mattina in classe la maestra dice:

“Il tuo banco da domani è quello là!”

Ma è vicino al banco di un tipetto strano,

un bambino che non ride mai!

Tu sorridi, sorridi, anche lui vedrai sorriderà!

RIT.: Ricordati che il mondo gira non si fermerà mai (gira sempre non si fermerà mai)

E quello che regali un giorno credi tu riavrai (mille volte credi tu riavrai)

Un sorriso sembra niente invece sai cos’è?

Quello che mi aspetto da te!

La domenica merenda con le amiche,

aranciata e cioccolato a volontà!

Alla fine della festa la maglietta,

tutta macchie, mamma che dirà!

Tu sorridi, sorridi e vedrai che si rimedierà.

RIT.

Un sorriso per chi non ride mai. Oh oh oh!

E per quelli che sono nei guai. Oh oh oh!

Un sorriso per chi vive con te

ed un sorriso per me,

per te,

per noi!

RIT. Finale

 Ãtorna su all'elenco dei titoli

 

 

 

 

BIG BANG

Miliardi di anni fa

un’esplosione generò

una palla infuocata che

intorno al Sole roteò

fu così che raffreddandosi lentamente diventò

un pianeta che più tardi poi Terra si chiamò.

RIT.: Big Bang Big Bang

una enorme esplosione

Big Bang Big Bang

tutto quanto iniziò così

grande calda

una nube di polvere

Big Bang Big Bang

tutto iniziò così.

Le piogge interminabili

crearono gli oceani

la vita era impossibile

il clima insostenibile

ci volle molto tempo prima di poter campar

e i primi che vi vissero apparvero nel mar.

RIT.

Da quegli

esseri unicellulari

nacquero le prime piante

e quindi gli animali

dall’acqua piano piano sulla terra uscirono

e fu così che i rettili la Terra conquistarono.

RIT.

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli

 

DINOSAURI

 

Sulla Terra dappertutto il clima è caldo e secco

il paesaggio assomiglia a un vastissimo deserto

le conifere ci sono e crescon lungo i fiumi

non c'è neppure l'erba: manca l’umidità.

 

Nel Giurassico il clima non è più lo stesso

qui il pianeta assomiglia a una foresta tropicale

animali grandi e grossi stanno in cielo, in terra e in mare

sono i dinosauri quelli che conosci già!

 

RIT.:   Ci sono allora quelli buoni che si nutrono di piante

            e i carnivori di erbivori lo sai tu perché...

            È una storia crudele di male e di bene

            dove certo il più forte scampa alla morte

            i sauri più buoni voglion lottare per non farla finita

ma i predatori son forti e feroci stroncan loro la vita

            solo alla fine un destino comune tutti quanti estinguerà

            Si sono trovati resti fossilizzati

e questo risale all'ERA MESOZOICA.

 

All’inizio di quell’Era... secondaria

cominciò una grande storia di vita straordinaria

e dell’uomo a quei tempi non ce n’era traccia

erano i rettili che dominavano.

 

FINALE:        Un meteorite caduto dal cielo

                         segnò la fine

                        65 milioni di anni... fa.

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli

 

GLI UOMINI PRIMITIVI

4 milioni circa d’anni fa

viveva in gruppi proprio in Africa

un ominide suppergiù

ch’era un metro o poco più.

 

Dormiva proprio sopra gli alberi

lanciava sassi e legni poveri

mangiava carne d’animale

erbette e frutta naturale.

 

RIT.:Il primo uomo a scheggiar la pietra fu l’Homo habilis

con questa lui incideva e tagliava e si difendeva.

Viveva in grotte, cacciava prede e costruiva da sé

strumenti con cui poteva ferire e uccidere.

 

L’Homo erectus venne in seguito

migrava con i propri simili

era nomade, andava qua e là

e il fuoco accendeva di già.

 

Ci fu poi l’uomo di Neanderthal

che una certa intelligenza ha

gli ammalati curava un po’

e i morti a seppellire iniziò.

 

RIT.:A Cro-Magnon si notarono alcuni fossili

proprio lì l’Homo sapiens sapiens apparve un dì.

Lui disegnava ciò che faceva 40 mila anni fa

parlava bene, cacciava con l’arco quell’uomo là.

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ãtorna su all'elenco dei titoli

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli

IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI

RIT:  Presto presto accorrete

         delle belle ne vedrete

         già è pronto ogni animale

         per la sfilata di Carnevale.

         A suon di musica sono nate

         rime e forme colorate:

         pinne  e piume, pelo e ali

         fate spazio agli animali.

 

Apre la fila, che emozione,

il re di tutti: il leone!

Sguardo fiero e passo pesante

lui si sente davvero importante.

 

Dietro zampettano galline e galli

ma anche asini e bianchi cavalli;

di tartarughe ce ne sono parecchie

e così di elefanti con grandi orecchie.

 

RIT.

 

Saltellano canguri di qua e di là,

proseguono al seguito di sua maestà;

senza parole ma con bollicine

arrivano i pesci delle acque vicine.

 

Certo alla fine, non potevan mancare,

cortei di uccelli si vedono volare;

chiudon la fila gli eleganti pinguini

con tanti saluti per grandi e piccini.

 

Poi uno scheletro di dinosauro

si mette a far musica per il gran ballo.

Un cigno soave volteggia

intorno alla folla che rumoreggia.

 

E così pian piano ogni lieto animale

prosegue in ordine per il gran finale;

è una parata davvero trionfale:

un bel corteo di Carnevale.

 

RIT.

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli

CANTAFIABE

 

RIT. Nel bosco non aver paura

è solo un’avventura

scritta con la fantasia

nel bosco vieni con me.

 

Cappuccetto col cestino

incontra il lupo birichino

la nonna mangia in un boccone

ma che grosso il suo pancione.

Cacciatore spara! Cacciatore spara!

Pim pum pam!

 

Pollicino coi fratellini

fa una strada di sassolini

l’ho capito, eccolo qua,

torna a casa da papà.

Bravo Pollicino! Bravo Pollicino!

Lallallà!

 

RIT.

 

Guarda i tre porcellini

che paura stan vicini

entra il lupo dal camino

e si brucia un pochino.

Scappa, scappa lupo! Scappa, scappa lupo!

Ben ti sta!

 

Biancaneve scappa in fretta

là nel bosco una casetta

7 nani troverai

e felice tu sarai.

Viva i nanetti, viva i nanetti!

Yuppi-a!

 

RIT.

 

(musica) Caramelle, cioccolata

quella casa è stregata

lo sai bene anche tu

che la strega cade giù.

Giù nel pentolone, giù nel pentolone!

Giù, giù, giù!

 

C’è la Bella Addormentata

che sul prato è sdraiata

il bel principe verrà

con un bacio la sveglierà.

Sveglia, principessa! Sveglia, principessa!

Stai con me!

 

RIT.

Ãtorna su all'elenco dei titoli

FAVOLA SEMPLICE

 (SÌ)

C’ERA UNA STELLA IN CIELO
UN PO' ARRABBIATA
CHE SI SENTIVA BRUTTA ED IMPACCIATA
VOLEVA ESSERE
IMPORTANTE
UNA GRAN DIVA AMMIRATA ED ELEGANTE


COSÌ VAGAVA IN CIELO IN CERCA DI UNA SOLUZIONE
E FU ACCECATA A UN TRATTO DA UN GRANDISSIMO BAGLIORE
VIDE LA LUNA GRANDE BIANCA NEL CIELO
PENSÒ IO VOGLIO DIVENTARE COME LEI DAVVERO
      LA STELLA ANDÒ DAL VENTO
      CHE LE RISPOSE GUARDA, NON HO PROPRIO TEMPO
      E IL VENTO LA MANDÒ DAL MARE
      CHE CONTRARIATO DISSE HO ALTRO A CUI PENSARE


RIT.: FAVOLA SEMPLICE
DI UNA STELLA CHE NON SI VUOLE ACCETTARE
FAVOLA STRANA DI UNA STELLA ARRABBIATA SOLO PERCHÈ È NORMALE

(musica)
 

ORA LA STELLA IN CIELO
DAL SOLE L'HAN MANDATA
IL SOLE HA DETTO TU NON DEVI ESSERE ARRABBIATA
LA LUNA CHE TU VEDI
NON BRILLA CERTO SOLA
SON  IO CHE GETTO LA MIA LUCE SU LEI MENTRE VOLA


LA STELLA A QUESTO PUNTO
RIMASE ASSAI STUPITA
ED IO COME UNA SCIOCCA CHE MI COMPLICO LA VITA
PENSÒ NON È IMPORTANTE ESSER LA LUNA
IO SONO SOLO IO E QUESTA È SOLO UNA FORTUNA
       LA STELLA L'HA CAPITA
       E LA LEZIONE CERTO LE È SERVITA
       E COME LEI LE ALTRE STELLE IN CIELO
       PER QUESTO SPLENDONO PER DAVVERO

 

RIT.:FAVOLA SEMPLICE
DI UNA STELLA CHE NON SI VUOLE ACCETTARE
FAVOLA STRANA DI UNA STELLA ARRABBIATA SOLO PERCHÈ È NORMALE

 

(aumento di un tono) FAVOLA SEMPLICE
DI UNA STELLA CHE NON SI VUOLE ACCETTARE
FAVOLA STRANA DI UNA STELLA ARRABBIATA SOLO PERCHÈ È NORMALE

FAVOLA SEMPLICEEE
FAVOLA SEMPLICEEE

Ãtorna su all'elenco dei titoli

 

LA NOTTE DELLE FAVOLE 

É la notte delle favole,

di quelle che nessuno ha visto mai;

con polvere di stelle sopra i tetti e per magia

c'è un buco in cielo per volare via.

È la notte delle favole,

esprimi un desiderio pure tu;

se hai voglia di partire per un' altra verità

la notte delle favole sarà.

Io vorrei che i grandi fossero bambini 

e credessero alle favole

e che tornasse il gusto dell' ingenuità,

con la speranza tra le mani ed il coraggio del domani, perchè...

RIT. :Siamo noi, cinque miliardi di eroi,

ci unisce la magia di essere nati,

da due persone innamorate e se è un po’ di nostalgia

questa notte non gettarla via,

e se è una favola l'amore che non può finire mai,

guarda intorno e ci crederai.

È la notte delle favole,

dimentica di stare solo e avrai,

la forza di capire che qualcuno intorno c'è;

è solo perché sta aspettando te.

        

    RIT:Siamo noi, cinque miliardi di eroi,

   ci unisce la magia di essere nati,

   se hai voglia di partire per un’altra verità

   la notte delle favole sarà.

   Siamo noi, cinque miliardi di eroi,

   ci unisce la magia di essere nati.

   Vedrai speranze nuove

   incrociarsi per la via

e tu puoi dare una speranza in più.

La notte delle favole

e la favola sei tu!

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli

O BABALUBA!

A Zigo Zago c'era un mago con la faccia blu,

sul grande lago navigava con la sua tribù.

Il sette di luglio la sveglia sul collo segnava le ventitrè

ha fatto un intruglio con un osso di pollo nel macinino da caffè

e mi ha rivelato la parola fatata che ora vi dirò:

O Babaluba...  O Babaluba...

l'antica formula magica canta con me!

O Babaluba...  O Babaluba...  O Babaluba...

è tanto facile, facile, facile, facile
basta crederci un po'.

O Babaluba ti può dare quello che vuoi tu

ad occhi chiusi puoi trovare l'isola del Sud.

Il sette di luglio la sveglia sul collo segnava le ventitrè

ha fatto un intruglio con un osso di pollo nel macinino da caffè

e mi ha rivelato la parola fatata che ora vi dirò:

O Babaluba...  O Babaluba...

O Babaluba ti può dare quello che vuoi tu

ad occhi chiusi puoi trovare l'isola del Sud.

Il sette di luglio la sveglia sul collo segnava le ventitrè

ha fatto un intruglio con un osso di pollo nel macinino da caffè

e mi ha rivelato la parola fatata che ora vi dirò:

O Babaluba...  O Babaluba... O Babaluba... Oh Oh Oh ...

 

Ãtorna su all'elenco dei titoli